26/06/2013 - INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN SERBIA
iBep – Il Break Even Point per l’internazionalizzazione

Belgrado ha definito agevolazioni importanti che, in diversi casi, superano quelle consentite nell'UE.

L’investimento del gruppo Fiat a Kragujevac ha riacceso i riflettori sulla Serbia, paese in cui si è consolidata in questi anni una consistente presenza italiana.

Il Paese sta attraversando una fase di grande dinamismo ed è ormai stabilmente orientato verso un futuro europeo - spiega l’Ambasciatore italiano a Belgrado, Armando Varricchio -. Prima della crisi internazionale il ritmo della crescita economica era assai sostenuto. Ora, il rilancio, sotto guida italiana, di un polo dell’auto che nel passato aveva avuto un ruolo strategico nell’economia del Paese apre importanti spazi di mercato anche per le aziende italiane che operano nella componentistica e nella subfornitura e che avranno la possibilità di accedere ai forti incentivi che sono stati predisposti per questo settore dal Governo di Belgrado e dalle Autorità locali.

È importante sottolineare, comunque, che in alcune attività produttive, la presenza italiana in Serbia si era già fortemente rafforzata, grazie al contributo di molte medie imprese che hanno scelto di credere e investire nel Paese.

Tra questi, produttori di maglieria come Calzedonia, Pompea e Golden Lady, aziende del settore costruzioni, della filiera arredo/componenti per l’edilizia, delle utilities e dell’energia.
Molti imprenditori hanno colto l’opportunità del vasto programma di privatizzazioni realizzato nell’ultimo decennio e ormai pressoché completato. Altri hanno avviato rapporti stabili di subfornitura con imprese locali, per poi decidere di assumere partecipazioni dirette o di investire in proprio.

Va sottolineato anche che nel Paese sono insediate le due maggiori banche italiane, Unicredit e Intesa Sanpaolo con una quota di mercato creditizio pari a circa il 25% e una presenza diffusa sul territorio.

Inoltre le operazioni con la Serbia hanno accesso ai diversi strumenti agevolati della Simest (finanziamento di joint venture e attività societarie, apertura di basi logistiche e commerciali, ecc.), all’assicurazione crediti della Sace e ai finanziamenti del Fondo Italiano per i Balcani.

I principali motivi di attrazione del Paese derivano da un mix di vantaggi costituiti dai bassi costi del lavoro e dalla collocazione geografica in direzione dei mercati dell’Est Europa, unita alla rete di accordi doganali che agevolano l’accesso dei prodotti serbi nei Paesi UE ma anche in Russia e Turchia.

La media dei salari e stipendi mensili nell’industria manifatturiera ammonta a circa 40 mila dinari che corrispondono a circa 380 euro. Le retribuzioni medie sono cresciute molto nell’ultimo decennio, superando la crescita del Pil, ma con evidenti disparità: in attività come la ristorazione non superano i 250 euro al mese; nel comparto finanziario salgono a 850 euro.

Nel Paese c’è però carenza di risorse umane adeguate per posizioni di responsabilità o che comunque richiedano competenze elevate.

Il Governo di Belgrado ha definito una serie di agevolazioni importanti che, in diversi casi, superano quelle consentite all’interno dei Paesi aderenti alla UE:

l’esenzione decennale dall’imposta sugli utili societari (che comunque è, finora, limitata al 10%) per investimenti che siano superiori ai 7 milioni di euro o che comportino l’impiego di almeno 100 nuovi dipendenti

i crediti d’imposta, che possono arrivare fino all’80% dell’investimento effettuato

le esenzioni da dazi doganali per attrezzature e materiali importati

i crediti sia a livello di Stato centrale che di Enti locali per chi costruisce nuove fabbriche

i contributi per chi crea occupazione.

Zone franche

La Serbia punta più su investimenti ‘greenfield’ (nuove attività e nuove fabbriche) da parte di investitori esteri, che sul recupero di vecchie strutture. Con questo obiettivo sono state create 5 zone franche:

Kragujevac
Subotica
Novi Sad
Pirot
Zrenjanin.

Altre se ne dovrebbero aggiungere ad Apatin, Sabac, Uzice e Nis.

Sono tutte localizzate in prossimità di grandi città o in aree ben collegate.

All’interno di queste zone sono previsti diversi vantaggi per l’avvio di un’attività produttiva:
le merci importate sono esenti da Iva

le importazioni e le esportazioni da e verso una zona franca non sono soggette alle normali procedure di controllo doganale

macchinari, materiali da costruzione e materie prime (se usate per produrre beni finiti per l’esportazione) possono essere importate senza dazio

all’interno della zona è possibile utilizzare liberamente la valuta estera ottenuta attraverso le operazioni di importazione/esportazione

i redditi generati possono essere trasferiti senza alcuna restrizione.

Le zone franche sono considerate extraterritoriali, quindi occorre sottoporsi alle normali procedure e pagare dazio per poter vendere in Serbia i beni prodotti al loro interno. Questa regola però non si applica se almeno il 50 per cento del valore del bene è stato prodotto all’interno della zona franca, nel qual caso il bene viene considerato serbo a tutti gli effetti, e può liberamente circolare nel Paese.

Interscambio commerciale con l’Italia

La Serbia, oggi, importa più di quanto esporti.

Le principali voci dell’export italiano in Serbia sono: veicoli, prodotti tessili e di abbigliamento, macchinari, medicinali.

Lo scenario è molto diversificato, ma sostanzialmente favorevole.
Il potere d’acquisto della popolazione non è elevato, ma la Serbia sta crescendo e i consumatori sono sensibili al richiamo del made in Italy.

Inoltre il Paese non intende rinunciare all’attività manifatturiera. E la maggior parte delle imprese ha urgente bisogno di sostituire un parco di macchinari in buona parte obsoleto, introducendo tecnologie più moderne ed efficienti: c’è quindi un mercato anche per la meccanica strumentale italiana.

In questo settore gli esportatori del nostro Paese hanno anche accesso a una speciale Linea di Credito del Governo italiano, che copre fino al 75% dell’importo relativo a macchinari italiani acquisiti da imprese serbe.

Occorre aggiungere che l’Italia è anche il quarto mercato di esportazione per le aziende serbe. Una componente rilevante di questo flusso è rappresentata da subforniture di aziende locali per committenti italiani nei settori delle calzature, del tessile-abbigliamento e del legno-arredamento. In quest’ultima filiera, peraltro, la Serbia ha un grande potenziale competitivo, grazie alla disponibilità di materia prima (il legname), strutture e risorse umane qualificate.

Rilevante anche il potenziale della filiera agricola del Paese, soprattutto nella Vojvodina, dove esistono importanti estensioni caratterizzate, tuttora, da rese molto inferiori alle potenzialità del territorio.

Riguardano in particolare le filiere del latte, dell’ortofrutta, dell’allevamento, incluse le fasi di conservazione e trasformazione del prodotto.

Accordi commerciali

La Serbia ha saputo trarre vantaggio dalla sua centralità geografica con significative aperture a Est, in direzione della Russia, e a Sudest verso la Turchia. Ha infatti siglato accordi bilaterali che consentono un accesso privilegiato ai prodotti serbi su questi importanti mercati.
Mosca ha siglato con Belgrado un accordo che prevede la graduale eliminazione delle barriere all’esportazione dei prodotti serbi verso il mercato russo. E’ il primo accordo di questo tipo che la Russia ha firmato con un paese al di fuori della Comunità degli Stati Indipendenti.

L’accordo di libero scambio siglato con la Turchia prevede una liberalizzazione asimmetrica a favore della Serbia. Gli imprenditori serbi potranno esportare i loro prodotti verso il mercato della Turchia senza dazi doganali. La liberalizzazione dalla parte serba si completerà invece solo nel 2015.
Con l’Unione Europea sono in vigore un trattato di libero scambio (entro sei anni si realizzerà un mercato unico tra la Serbia e la UE) e un accordo di Associazione e Stabilizzazione che prelude al futuro accesso della Serbia all’Unione Europea.

Altri accordi di libero scambio sono stati siglati dalla Serbia con i paesi dell’EFTA (Islanda, Lichtenstein, Norvegia e Svizzera) e con la Bielorussia.

Fonte: Diplomazia Economica italiana


27/04/2015 - Rinnovabili: imprese italiane protagoniste all’estero

24/04/2015 - Venezia, certificazione “halal” per 17 hotel

19/03/2015 - Meccanica, occupazione e investimenti in ripresa

20/02/2015 - L'Ue spinge l'export made in Italy: balzo a fine anno

16/02/2015 - La “ricetta” di Confindustria : intervenire su internazionalizzazione e innovazione

27/01/2015 - VOUCHER PER MPMI PER L’ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI. LINEA 1.B REGIONE TOSCANA POR FESR 2014-2020

13/01/2015 - Priorità al Made in Italy

16/12/2014 - Pmi, la 'taglia' non limita l'export

21/11/2014 - Islam, il mercato 'halal' è un'opportunità economica. Ma l'Italia è assente

28/10/2014 - Contributi a fondo perduto per PMI in Toscana

20/10/2014 - La partita italiana nel gioco globale

06/10/2014 - Il Prosecco fenomeno globale

17/09/2014 - Ocse: Italia paese 'Pmi-friendly', ma troppe tasse frenano l'espansione

21/07/2014 - L'impegno sociale fa bene all'impresa

16/07/2014 - Certificazione e qualità spingono le imprese dell'agroindustria

03/07/2014 - L'industria del latte perde terreno e punta al mercato halal

01/07/2014 - Bonus investimenti per macchinari e beni strumentali

17/06/2014 - L'Europa spinge l'export italiano

11/06/2014 - Cina: export prodotti italiani a +270%

10/06/2014 - Il (non) vino halal. Buono per tutti

23/05/2014 - IL CARTESIO STUDIO PRESENTA IL CORNELL INSTITUTE OF BUSINESS & TECHNOLOGY DI AUCKLAND AGLI STUDENTI DEL D IPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA DELL’UNIVERSITÀ ROMA TRE

07/05/2014 - PISA 6 MAGGIO 2014 - IL CARTESIO STUDIO HA INCONTRATO GLI STUDENTI DELL’UNIVERSITÀ DI PISA PER PRESENTARE IL CORNELL INSTITUTE OF BUSINESS & TECHNOLOGY DI AUCKLAND

24/04/2014 - IL CARTESIO STUDIO PRESENTA IL CORNELL INSTITUTE OF BUSINESS & TECHNOLOGY DI AUCKLAND AGLI STUDENTI DELL’UNIVERSITÀ DI PISA

22/04/2014 - Il made in Italy farà la differenza nel mondo agricolo

18/04/2014 - Sceicchi pronti a investire in Italia. Non devono però esserci interferenze da parte dei non musulmani, sulla certificazione dei prodotti alimentari Halal

15/04/2014 - Welfare di distretto nelle PMI pratesi

11/04/2014 - La frammentazione del Made in Italy e la battaglia del vino italiano

07/04/2014 - Finanziamenti alle imprese 2014: nuova legge Sabatini, requisiti e procedure

03/04/2014 - Inglesi pazzi per i 'capelli' made in Italy

05/03/2014 - Cibus, definito il programma 2014

26/02/2014 - Crisi e sviluppo: 2 leve per competere

24/02/2014 - La Cina è al primo posto nell'acquisto di oro

21/02/2014 - Il Destinazione Italia è legge: Rinnovabili e incentivi per PMI

17/02/2014 - Il made in Italy sul podio mondiale

05/02/2014 - Italia-Cina: investimenti italiani +29% nel 2013

30/01/2014 - Sorpasso compiuto: ormai il vino rosso si beve più in Cina che in Francia

29/01/2014 - Il parmigiano reggiano punta al 50% di export. Tiene anche il mercato interno

28/01/2014 - Il made in Italy sale sul podio a Sochi

24/01/2014 - Made in Italy: aumentate del 7,1% le esportazioni extra UE

22/01/2014 - Made in Italy, arriva la piattaforma ‘eccellenze alimentari’ di Google

21/01/2014 - Inail, bando ISI: contributi e tempistiche per incentivi alle imprese, domande dal 21 gennaio

17/12/2013 - Cina, la birra fa boom

10/12/2013 - Opportunità di sviluppo a livello europeo: Cosme e Horizon 2020 per rafforzare la competitività delle imprese

06/12/2013 - Made in Italy: 12 mld fatturato Dop e Igp, Italia leader mondiale

04/12/2013 - Sicurezza delle informazioni: Nuova ISO/IEC 27001:2013 i

03/12/2013 - Toscana 2014 - Bando per la costituzione e lo sviluppo di reti tra imprese

27/11/2013 - Vita-mina d’Impresa: il ricostituente aziendale

25/11/2013 - Tecnologia e internazionalizzazione fanno crescere le Pmi

20/11/2013 - Bando sicurezza sul lavoro per le PMI toscane

19/11/2013 - Le pmi creano più del doppio degli occupati rispetto alle realtà di maggiori dimensioni

15/11/2013 - COLDIRETTI, RECORD DI ESPORTAZIONI PER AGROALIMENTARE ITALIANO

14/11/2013 - Vietnam, nuova porta per Made in Italy su Sud Est asiatico

08/11/2013 - Le medie imprese traino della ripresa

08/11/2013 - Il falso 'Made in Italy' alimentare arriva dall'altra parte del mondo

05/11/2013 - Certificazione Halal: una sfida per conquistare nuovi clienti

31/10/2013 - La Cina fa shopping nel mondo

30/10/2013 - In Borsa le Pmi esportatrici volano (+45%): la pioggia di capitali cade sulle stelle dello Star

29/10/2013 - Cina, l'indice manifatturiero cresce più delle attese

28/10/2013 - BRASILE: LA ZES DI PECÉM, ISTITUITA NEL 2010, SARÀ IN GRADO DI AUMENTARE DEL 12% IL PIL DEL CEARÁ.

22/10/2013 - Le Pmi italiane stringono sul taglio dei costi e puntano sull'export

21/10/2013 - Meccanica italiana: nel 2013 calo dello 0,6%, ossigeno dall'export (+1,1%)

18/10/2013 - In Cina più auto premium, giù le luxury

17/10/2013 - Bene il Made in Italy: ad agosto l'export al +1,7% su mese, -4,4% su anno

14/10/2013 - Reti d'impresa, aiuti in arrivo

11/10/2013 - Bando per accesso al credito delle PMI

10/10/2013 - TAJANI, IL BRASILE RAPPRESENTA IL 43% DEGLI INVESTIMENTI UE IN AMERICA LATINA

09/10/2013 - Il made in Italy traina l'export, ma attenzione alle imitazioni

08/10/2013 - Brasile, terra promessa per architetti e ingegneri

01/10/2013 - Cesena, cresce l'export con le reti d'impresa: Aumenta la competitività

27/09/2013 - PMI E INTERNAZIONALIZZAZIONE: BINOMIO POSSIBILE?

24/09/2013 - LA CINA RIPRENDE QUOTA: LO YUAN VOLA SUI DATI DEI NUOVI ORDINI

20/09/2013 - Destinazione Italia, 50 misure per rilanciare gli investimenti esteri

18/09/2013 - SHANGHAI ALLARGA LA FREE TRADE ZONE

16/09/2013 - DISTACCO DEI LAVORATORI E CONTRATTO DI RETE

11/09/2013 - Reti d’Impresa soggetto: detassazione e agevolazioni

10/09/2013 - L'ascesa delle «multilatinas»

09/09/2013 - Pmi, a 4 su 10 prestiti negati dalle banche negli ultimi 12 mesi

06/09/2013 - Export: Coldiretti, volta cibo 'made in Italy' fuori Ue (+12%)

04/09/2013 - REATI CONTRO LA PRIVACY: ORA È PREVISTA ANCHE LA RESPONSABILITÀ AZIENDALE EX D.Lgs 231

02/09/2013 - L'INDIA FRENA, IL BRASILE ACCELERA

07/08/2013 - CCIAA di Mantova: Bando Ambiente e Sicurezza 2013

06/08/2013 - AUMENTA L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE RINNOVABILI

02/08/2013 - Sud Africa, nuove opportunità con Programma Bricst

01/08/2013 - VERSO LA ISO 9001:2015. LA POSIZIONE ITALIANA

30/07/2013 - Olio, il made in Italy che piace a Cina e Russia

29/07/2013 - Export italiano in Giappone conquista il primo posto

26/07/2013 - A FERRARA LE IMPRESE SI SALVANO CON LA 'RETE'

25/07/2013 - UN BANDO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA PER FAVORIRE L'EXPORT

22/07/2013 - AGROALIMENTARE, MADE IN ITALY SEMPRE PIÙ STRATEGICO

19/07/2013 - ICE: L’EXPORT RESISTE ALLA CRISI, BENE LE PMI

16/07/2013 - RILANCIARE IL MADE IN ITALY NEI MERCATI INTERNAZIONALI

15/07/2013 - RETI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013

11/07/2013 - IN ARRIVO AGEVOLAZIONI PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE ALL'ESTERO

09/07/2013 - MADE IN ITALY, I 946 PRODOTTI CHE SALVANO L’ITALIA

08/07/2013 - PER IL MADE IN ITALY 25 NUOVI MERCATI

03/07/2013 - Quota quattromila per le reti d'impresa

02/07/2013 - IMPRESE, NUOVO ACCORDO CON LE BANCHE PER IL CREDITO

01/07/2013 - STRADE, ENERGIA E TLC: OPPORTUNITÀ IN ASIA PER PMI IN SINERGIA

28/06/2013 - Contributi per l’internazionalizzazione alle PMI romane

27/06/2013 - Certificazione etica per le imprese del parmense

26/06/2013 - INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN SERBIA

25/06/2013 - L'ITALIA PUO' FARE DI PIU' VERSO LA CINA E POTRA' SVOLGERE UN RUOLO SEMPRE PIU' IMPORTANTE PER MIGLIORARE LA QUALITA' DELLA VITA DEI CINESI.

24/06/2013 - SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI: IN ARRIVO LA REVISIONE DI ISO/IEC 27001 E ISO/IEC 27002

21/06/2013 - Resiste l'Europa, le esportazioni italiane tornano a crescere

19/06/2013 - LIBERO SCAMBIO USA-EUROPA, GLI EFFETTI IN ITALIA

18/06/2013 - INFRASTRUTTURE IN INDIA, MERCATO DA 500 MILIARDI

17/06/2013 - Reti d’Imprese: stabiliti gli sgravi fiscali 2013

14/06/2013 - FINANZIAMENTI IMPRESE DEL COMMERCIO DA PARTE DELLA CCIAA DI FIRENZE

14/06/2013 - ANCORA IN CRESCITA LE RETI DI IMPRESA

13/06/2013 - IMPRESA: LE BEST PRACTICE PER MIGLIORARE IMMAGINE E BUSINESS

11/06/2013 - IL MERCATO DEI BENI DI LUSSO IN BRASILE

10/06/2013 - DIRITTO ALLA PRIVACY IN AFFANNO

07/06/2013 - EUROPA NEL MIRINO DELLE PMI CINESI

05/06/2013 - Qualità e sicurezza -made in Cina-: la nuova sfida di Volvo parte da Chengdu

04/06/2013 - MAGLIE STRETTE SULLA 231

04/06/2013 - I giudici stringono le maglie della 231

03/06/2013 - CORRE IN ASIA L’ALIMENTARE ITALIANO

30/05/2013 - PROMOZIONE DEL VINO ITALIANO NEI PAESI TERZI

30/05/2013 - DVR OBBLIGATORIO PER TUTTE LE AZIENDE: SCADENZA 1 GIUGNO 2013

29/05/2013 - BRASILE, IL RILANCIO PUNTA SUI PORTI

28/05/2013 - DALL’ALIMENTARE AL TESSILE, ESEMPI (FORTUNATI) DI IMPRESE ITALIANE IN CINA

27/05/2013 - RATING DI LEGALITA’: COS’E’, A COSA SERVE E COME RICHIEDERLO

24/05/2013 - Focus PMI: il difficile rapporto banca impresa e l’internazionalizzazione

22/05/2013 - Incentivi lavoro: pronto il bonus assunzione per le aziende

21/05/2013 - Accordo Intesa Sanpaolo-Confindustria, 10 mld alle pmi

20/05/2013 - Contributi alle imprese femminili innovative in Toscana

17/05/2013 - Rinnovabili: fondo di garanzia in Toscana

16/05/2013 - BRASILE - ITALIA, IL FUTURO E' TRA PMI

15/05/2013 - Nuovi fondi per l’accesso al credito in Toscana

14/05/2013 - CHONGQING, IL CANTIERE DELLA CINA

09/05/2013 - I.R.I.P.® IMPATTI – RELAZIONI - INTERVENTI – POLITICHE

08/05/2013 - iBEP® - Il Break Even Point per l’internazionalizzazione

07/05/2013 - VITA-MINA D’IMPRESA® - Strumenti integrati di Knowledge Management per il risanamento e la crescita d’Impresa

30/04/2013 - GESTIRE LA CRESCITA: SPAZIO AI MANAGER

15/04/2013 - Il Brasile cerca investitori da Italia e Cina, in cambio offre esenzioni fiscali del 90%

10/04/2013 - RSI: l'indice delle Imprese Etiche

18/03/2013 - BOOM DI RETI D'IMPRESA PER I MERCATI ESTERI

04/03/2013 - L'anticorruzione complica i Modelli per la 231

12/02/2013 - Metropoli globali: San Paolo calamita di investimenti esteri

15/01/2013 - CHI VA NEI BRIC ESPORTA DI PIU'

28/12/2012 - INAIL - Incentivi Bando 2012

18/12/2012 - Il Modello 231 si allinea alla legge anticorruzione

05/12/2012 - Sempre più imprese scelgono la certificazione ISO 27001

24/11/2012 - HARVARD CALCOLA IL VALORE DELLA CSR

16/11/2012 - RETI DI IMPRESA ED IMPATTO SUL TERRITORIO

06/11/2012 - CONTRIBUTI CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO PER LA PRIMA CERTIFICAZIONE DI SISTEMA

16/10/2012 - CONTRIBUTI CAMERA DI COMMERCIO DI LUCCA PER LA PRIMA CERTIFICAZIONE DI SISTEMA

08/10/2012 - GESTIONE E SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI NELLE PMI

18/09/2012 - ISTITUTI DI VIGILANZA PRIVATA: UNI 10891 OBBLIGATORIA DAL 17 SETTEMBRE 2012

12/09/2012 - Decreto 231, sequestro solo con gravi indizi

03/09/2012 - Societal Security Business Continuity Management Systems Requirements

30/08/2012 - Ampliati i reati 231 all'impiego di stranieri privi di permesso di soggiorno

09/08/2012 - L’Emilia Romagna fra responsabilità sociale e innovazione

07/08/2012 - Decreto 6 giugno 2012: aspetti sociali degli appalti pubblici

25/07/2012 - Con gli incentivi INAIL finanziati 4.316 progetti per mezzo miliardo di euro

29/06/2012 - LA RESPONSABILITÀ SOCIALE D'IMPRESA NEL SETTORE ORAFO

25/06/2012 - SCALATA ANTONVENETA

14/06/2012 - Una 231 pigliatutto: confisca anche sul rappresentante

05/06/2012 - FINANZIAMENTI FINO ALL' 80 % PER L'IMPLEMENTAZIONE DEI SITEMI DI GESTIONE AMBIENTALE

16/05/2012 - OBBLIGATORIETÀ DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALI: PROROGA AL 31 DICEMBRE 2012

15/05/2012 - Sicurezza sul Lavoro: 1° luglio 2012 DVR obbligatorio per tutti i datori di lavoro – professionisti compresi

30/04/2012 - Illeciti sportivi: quale tutela per le Società di Calcio Professionistiche? L’art. 6 del DLgs 231/01 e l’art. 4 del Codice di Giustizia Sportiva

02/04/2012 - Responsabilità del Datore di Lavoro, mansioni indefinite e obbligo formativo

19/03/2012 - Stato della Città del Vaticano, antiriciclaggio e responsabilità amministrativa degli enti

08/03/2012 - Privacy: le semplificazioni in materia di dati personali

01/03/2012 - I SEI MOTIVI PER CUI LE IMPRESE DOVREBBERO ABBRACCIARE LA SOSTENIBILITÀ'

24/02/2012 - Semplificazione e certificazione

17/02/2012 - Il Bric raddoppia. Da quattro a otto paesi. Ecco i nuovi paesi ad alto potenziale di crescita

17/02/2012 - Un supporto alle Aziende per la gestione della crisi.

13/02/2012 - Modelli ex DLgs. 231/01 applicabili anche agli Studi Professionali

25/01/2012 - REGIONE TOSCANA 2012

29/12/2011 - INAIL : FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE

13/12/2011 - Moda: Gucci, firmati tre accordi di rete per aziende filiera

05/12/2011 - Lucca: Giurisprudenza ex DLgs 231/01

28/11/2011 - D.LGS. 231/01, SGSL E RECENTE GIURISPRUDENZA

28/10/2011 - Nuova edizione delle Linee Guida ISO 9001

18/10/2011 - Nasce la Iso 50001: primo standard internazionale di gestione dell’energia

12/10/2011 - DAL 9 OTTOBRE 2011 OBBLIGO DI ADOZIONE DEL SISTEMA QUALITÀ UNI ISO 9001 PER LE AZIENDE CHE EFFETTUANO IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI ROTTAMI METALLICI (FERRO; ACCIAIO; ALLUMINIO; ECC.)

23/09/2011 - Obbligo Certificazione ISO 9001 per i centri di trasformazione degli acciai per strutture metalliche, per strutture composte, per cemento armato, per cemento armato precompresso e per strutture in legno

15/09/2011 - The Bribery Act 2010

05/09/2011 - Torna il SISTRI

02/09/2011 - ADDIO DEFINITIVO AL SISTRI ?

04/08/2011 - DLgs 231/01 E LA DISCIPLINA PER LA TUTELA AMBIENTALE

14/07/2011 - Approvato in via definitiva il decreto sull'ambiente

06/07/2011 - RAPPORTO ANNUALE INAIL SULLA SICUREZZA SUL LAVORO

22/06/2011 - MESSINA: LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA E I REATI COMMESSI DA AMMINISTRATORI

14/06/2011 - Legge n. 15/2011 Regione Abruzzo: modelli obbligatori per imprese partecipate o convenzionate con la Regione

30/05/2011 - Al via due bandi per innovazione, reti e neo-imprese

19/05/2011 - L'ARTICOLO 6 DEL DECRETO SVILUPPO: SEMPLIFICAZIONI DEGLI ADEMPIMENTI PRIVACY

16/05/2011 - MORTE SUL LAVORO, IMPUTATA ANCHE L’AZIENDA: DAL PM UNA RICHIESTA DI RINVIO A GIUDIZIO SENZA PRECEDENTI

10/05/2011 - Cassazione Penale: 231 applicabile anche all'impresa individuale

02/05/2011 - DA ENELPOWER A THYSSEN L’ARMA IN PIU’ DELLE PROCURE

21/04/2011 - AL MUSEO MAGI di Pieve di Cento (Bologna) il CARTESIO STUDIO ASSOCIATO incontra gli imprenditori sul tema:

11/04/2011 - RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA DELLE IMPRESE E TUTELA AMBIENTALE: SI ALLARGA IL PANORAMA DEI REATI PREVISTI DAL DECRETO 231/01

24/03/2011 - DLGS 231/01 RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI

16/03/2011 - DLgs 196/03 CODICE PRIVACY

16/02/2011 - FINANZIAMENTI EUROPEI

01/02/2011 - CARTESIO STUDIO ASSOCIATO aderisce a RETE LEONARDO

15/12/2010 - FINANZA AGEVOLATA PER LE IMPRESE

18/11/2010 - Responsabilità Amministrative dell'Impresa. Il D.Lgs 231/01: la struttura, le differenze con il TU 81/08, le evoluzioni.

13/09/2010 - RESPONSABILITA' DELLE IMPRESE:

31/05/2010 - Cogliere le opportunità

17/05/2010 - Semplificazione dei controlli amministrativi

19/04/2010 - Decreto Legislativo 231/01: Ombrello, Cappio o Colabrodo?

27/11/2009 - Emergenza Economica e Garanzia di Continuità: viaggio attraverso un’ integrazione sostenibile

13/10/2009 - D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231: Ombrello, cappio o colabrodo?

25/09/2009 - Si amplia ancora la portata del 'decreto 231'

16/07/2009 - Testo Unico Sicurezza sul Lavoro

17/06/2009 - Pubblicazione dello standard SA 8000:2008

05/06/2009 - Amministratori di sistema: occorre massima trasparenza sul loro operato. Il Garante fissa i criteri,

27/04/2009 - Il Garante privacy vara procedure semplificate per le misure minime di sicurezza e la notificazione

24/03/2009 - Testo Unico della Sicurezza sul lavoro

16/02/2009 - SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI E PREVENZIONE DEI RISCHI

 

chi siamo - consulenza di direzione - staff - news - contatti - download - il nostro impegno - links - lavora con noi - privacy policy

Cartesio Studio Associato - Viale C. Castracani, 55 - 55100 Lucca - Tel. 0583.464482 - fax 0583.469229 - P.I. 02026980462 - info@cartesiostudio.it